Evento

TecnoMED Talks

Medicina di precisione in neuro oncologia pediatrica - Ore 10:00

Speaker: Dr.ssa Angela Mastronuzzi (Responsabile NeuroOncologia, Ospedale pediatrico Bambin Gesù Roma)

Abstract: I tumori del sistema nervoso centrale (SNC) rappresentano i tumori solidi più frequenti dell’età pediatrica: secondi per incidenza solo alle leucemie, costituiscono il 20-25% dei tumori che colpiscono i bambini. Ogni anno in Italia si ammalano di un tumore del SNC circa 350-450 bambini.
Sebbene grandi passi avanti siano stati fatti nella conoscenza di queste patologie e di conseguenza nella cura, il tasso di guarigione per i tumori SNC dell’età pediatrica globalmente compreso è pari al 70%. Tra queste neoplasie esistono ancora istologie virtualmente incurabili. Per i trattamenti ai quali sono sottoposti, i pazienti che guariscono da queste patologie, possono avere sequele a lungo termine che ne condizionano significativamente la qualità della vita.
La ricerca clinico-traslazionale in questo campo ha quindi il duplice compito di incrementare il numero di pazienti che guariscono e, parallelamente, di migliorare la qualità della vita dei lungosopravviventi.
Tutto questo è possibile grazie a un approccio multidisciplinare al paziente e grazie alla ricerca clinico-traslazionale che consente sempre più di modulare il trattamento in rapporto all’aggressività della malattia e di identificare nuovi target terapeutici.
Nella presentazione, saranno esplicate tutte le attività che il gruppo di ricerca in neuro-oncologia dell’Ospedale Bambino Gesù conduce nei nostri laboratori e/o in collaborazione con altre Istituzioni sia italiane che internazionali.

Riduzione della morbidità in neurochirurgia oncologica pediatrica - Ore 10:20

Speaker: Dr. Andrea Carai (Responsabile U.O.S . Neurochirurgia Oncologica, Ospedale pediatrico Bambin Gesù Roma)

Abstract: L’intervento chirurgico rappresenta un momento fondamentale nel trattamento delle neoplasie del sistema nervoso centrale in età pediatrica. Durante la resezione chirurgica devono essere realizzati 3 obiettivi: il raggiungimento di una asportazione massimale del tumore, il risparmio delle funzioni neurologiche e la raccolta del tessuto patologico.
Numerose tecnologie hanno consentito nell’ultima decade di migliorare in modo significativo i risultati chirurgici: sistemi stereotassici di neuronavigazione, utilizzo di assistenza robotica, neuroimaging intraoperatorio di risonanza magnetica o con tecnica ecografica, visualizzazione in realtà virtuale ed aumentata di modelli anatomici tridimensionali paziente specifici, evoluzione del microscopio operatorio con possibilità avanzate di visualizzazione (traccianti di flusso vascolare, utilizzo di traccianti fluorescenti con tropismo preferenziale per il tessuto tumorale), applicazione di metodiche neurofisiologiche di monitoraggio e mappaggio delle funzioni nervose. L’ulteriore sviluppo di queste tecnologie offre la prospettiva di un progressivo miglioramento della sicurezza delle procedure chirurgiche e, conseguentemente, dei risultati clinici.
Un aspetto chirurgico di particolare interesse, alla luce delle recenti evidenze rispetto all’importanza biologica dell’eterogeneità tumorale, è quello di poter eseguire con precisione il campionamento di tessuto proveniente da specifiche regioni del tumore. Questo approccio consentirà di ottenere preziosi dati biologici dal campione patologico prelevato e di confrontarli con i dati di neuroimaging avanzato, al fine di consentire lo sviluppo di metodiche di caratterizzazione biologica non invasive.

Locandina evento

News & Eventi



Contacts

CNR-Nanotec Via Monteroni s.n.c.
c/o Campus Ecotekne
Lecce, 73100, Italy

(+39) 0832 319802